Questura di Torino

07/11/2020 | News release | Distributed by Public on 07/11/2020 04:52

Torino: non voleva che la sua compagna lavorasse

Nei giorni scorsi, una donna contatta la Polizia poiché il suo ex compagno di aggira nei pressi dell'esercizio in cui lavora in Borgo San Paolo. Giunti sul posto, i poliziotti trovano l'uomo in prossimità del locale e la donna scossa e impaurita per la sua presenza.

La donna racconta che il suo ex compagno non era nuovo a questi comportamenti. Sin dall'inizio della loro relazione si era mostrato geloso tanto da pretendere che la sua compagna non avesse alcun lavoro per limitarne i contatti e renderla dipendente economicamente. Per questo motivo, nel corso del loro rapporto, la vittima era stata costretta a lasciare diversi lavori. Anche nel corso di questa 'incursione', pensata dopo aver scoperto il nuovo posto di lavoro della donna, lo stalker minaccia la sua ex compagna di farle perdere anche questa occupazione.

In passato, non erano mancati anche momenti di violenza dell'uomo quando la vittima gli aveva comunicato le intenzioni di assumere un nuovo impiego. I comportamenti dell'uomo diventavano particolarmente ostili quando la donna si rifiutava di accettare le imposizioni del reo che le impedivano di svolgere attività lavorativa. Dopo la fine della relazione, inoltre, l'uomo aveva continuato ad assillare l'ex compagna.

Per quanto raccolto dagli agenti, lo stalker, un italiano di 48 anni è stato arrestato per atti persecutori.