Ferdinando Giordano S.p.A.

03/20/2017 | News release | Distributed by Public on 03/19/2017 17:19

Erbe aromatiche? In giardino, in casa e come abbinarle!

Con l'arrivo della Primavera il desiderio di passare più tempo all'aria aperta cresce: anche se la Festa del Papà è appena passata, perché non dedicarsi a un po' di sano giardinaggio insieme? Iniziamo con le erbe aromatiche: sono un'aggiunta extra in grado di dare ai piatti che mettiamo in tavola una marcia in più. Profumi, colori, accostamenti intriganti: in cucina la sperimentazione è d'obbligo! Per non restare senza le tue erbette preferite, coltivale: è semplice, non occorre molto spazio e se non hai un giardino potrai tranquillamente farlo in casa.

Erbe aromatiche: in giardino

Se hai un piccolo giardino, per prima cosa scegli una porzione di terreno non troppo esposta al sole: da 4 a 6 ore al giorno di esposizione saranno sufficienti. Il terreno deve essere preparato con cura: elimina erbe infestanti, zappa e dissoda le aree asciutte, utilizza concime o terriccio universale per rendere il tuo orto ricco di nutrienti per le piantine che andrai a coltivare.

L'orto dovrà essere ben drenato, per evitare ristagni d'acqua: prediligi zone in leggera pendenza, che favoriscano un naturale deflusso dei liquidi.

Scegli le erbe che preferisci e trasferisci le piante dai vasetti all'orto, lasciando uno spazio di circa dieci centimetri tra di esse. È sempre meglio disporre una accanto all'altra piantine della stessa famiglia: borragine e finocchio selvatico (steli), rosmarino e basilico (foglie), scalogno e cipolla (bulbi), ginepro e coriandolo (semi).

Innaffia con costanza, ma senza eccessi: è importante che il terreno non secchi, ma è altrettanto importante che non sia troppo umido.

Erbe aromatiche: in casa o sul balcone

Scegli una posizione: il tuo orto in casa dovrà essere esposto alla luce del sole. Le piantine dovranno essere coltivate all'interno di vasi, la zappa non servirà! Prepara il terreno all'interno della fioriera (utilizza terriccio universale, andrà benissimo), poi trasferisci le erbe. Se non utilizzi contenitori diversi per ciascuna pianta, segui i consigli sugli accostamenti che puoi leggere sopra: foglie con foglie, bulbi con bulbi e così via. Annaffia per mantenere la terra leggermente umida, ma senza esagerare. Utilizza vasi o fioriere forati con un sottovaso: in questo modo l'eccesso di acqua defluirà dal terreno ed eviterai il rischio di far marcire le erbette. Il sottovaso servirà anche per regolare la frequenza con la quale dovrai dare acqua alle piante: se ne sarà rimasta un po', rimanda l'innaffiatura al giorno successivo.

Erbe aromatiche: con quale vino

Hai cucinato un delizioso piatto con erbe aromatiche? Saranno proprio loro a suggerirti l'abbinamento migliore!

Aneto e dragoncello si sposano alla perfezione con la freschezza di un rosato, in modo particolare se utilizzati per cucinare il pesce. Noi ti suggeriamo un Primitivo Rosato Puglia : delicato ed elegante, dalla personalità spiccata e fresca.

Salvia e alloro amano i bianchi frizzanti: piatti a base di carni arrosto, o foglie di salvia fritte in pastella, si sposano alla perfezione con un Franciacorta. Le impressioni di frutta secca e frutta a polpa bianca impreziosiscono la piena energia di questi aromi naturalmente avvolgenti.

Origano e prezzemolo, inconfondibili e italianissimi, arricchiscono piatti all'interno dei quali pomodoro, carne o formaggi fanno miglior sfoggio di sé. Accompagna i loro profumi con un Raggiante Rosso, vino strutturato e armonioso, dal carattere fermo, profumato e deciso.