Results

USPI - Unione Stampa Periodica Italiana

10/23/2019 | Press release | Distributed by Public on 10/23/2019 02:14

Convegno uspi sulle “fake news” con google e facebook il 12 novembre 2019

23/10/2019

Martedì 12 novembre 2019, su iniziativa dell'Unione Stampa Periodica Italiana, presso la Sala Koch del Senato della Repubblica, si terrà il Convegno 'FAKE NEWS, LIBERTÀ E RESPONSABILITÀ DI INFORMAZIONE NELL'ERA DIGITALE - Libertà di stampa, principi deontologici del lavoro giornalistico e leggi dello Stato. L'impatto delle fake news sull'opinione pubblica'.

Il Convegno si terrà dalle ore 9:30 e vedrà la partecipazione di esponenti politici, del settore e delle piattaforme di Google e Facebook, che discuteranno del tema controverso delle fake news e della responsabilità dell'informazione nell'era digitale.

L'evento è inoltre approvato dall'Ordine dei Giornalisti come corso di formazione con il riconoscimento di n. 5 crediti deontologici.

È già possibile accreditarsi al link: https://uspiconvegno.eventbrite.it.

Per i giornalisti, invece, l'accredito è previsto sulla piattaforma SIGEF entro venerdì 08.11.2019, al link https://sigef-odg.lansystems.it/sigefodg/.

Di seguito il programma completo degli interventi:

09:30 Accrediti

10:00 Indirizzi di saluto

PRESIDENZA DEL SENATO

Interventi

Cons. Ferruccio SEPE, Capo Dipartimento Editoria - Presidenza del Consiglio dei Ministri

Prof. Francesco Saverio VETERE, Segretario Generale - Unione Stampa Periodica Italiana

Dott. Carlo VERNA, Presidente - Consiglio Nazionale dell'Ordine dei Giornalisti

Dott. Carlo PARISI, Direttore di Giornalistitalia.it

Dott. Diego CIULLI, Public Policy manager Google Italia

Dott. Laura BONONCINI, Public Policy director - Facebook Italia

Avv. Maurizio GUALDIERI, Esperto in materia di Diritto e Mercati dei contenuti e servizi online - Università Europea di Roma

Coordina i lavori

Dott.ssa Federica META, Giornalista CORCOM

L'ingresso libero e gratuito con prenotazione obbligatoria. L'accesso alla sala - con abbigliamento consono e, per gli uomini, obbligo di giacca e cravatta - è consentito fino al raggiungimento della capienza massima.