Caritas Ambrosiana

10/19/2019 | News release | Distributed by Public on 10/19/2019 03:56

Emergenza Siria: in fuga dalla guerra

Già 150mila sfollati a causa degli attacchi dell'esercito turco
Caritas Siria distribuisce acqua, cibo e kit igienici nei campi profughi lungo il confine
Appello a non ostacolare l'arrivo degli aiuti e a fermare l'eccidio

DONA ORA CON LA TUA CARTA DI CREDITO ON LINE

Caritas Ambrosiana lancia una raccolta fondi per sostenere, in coordinamento con Caritas Italiana e attraverso la rete internazionale, l'impegno umanitario a favore della popolazione in fuga dalla guerra nel Nord della Siria e si unisce all' appello di Caritas Italiana al Governo Italiano, all'Unione Europea e a tutta la Comunità internazionale affinché i civili siano protetti e sia consentito l'accesso sicuro e senza ostacoli agli aiuti, non vi siano rilocazioni forzate di civili, si faccia tutto il necessario per interrompere, senza condizioni, l'ennesimo eccidio e ristabilire il rispetto del diritto internazionale.

L'attacco annunciato da mesi, avvenuto con il beneplacito di altri Stati, rappresenta l'ennesima violazione del diritto internazionale, ormai calpestato sistematicamente in una guerra che dura da oltre 8 anni e che ha trasformato il suolo siriano nel campo di battaglia di uno scontro infinito tra potenze regionali.

L'intervento militare, deciso della Turchia, questa volta ha riguardato le zone nel nord-est della Siria, abitate prevalentemente dai Curdi, già provate dal conflitto contro le milizie dell'Isis.
A quanto risulta agli operatori impegnati sul campo l''intervento sta scatenando la partenza forzata di oltre 150.000 civili, intrappolati in quest'area di confine. Il numero di sfollati è destinato a salire rapidamente se le operazioni di guerra proseguiranno. Le stime dell'ONU parlano di ulteriori potenziali 450.000 persone in fuga che si sommano agli oltre 11 milioni tra sfollati interni e rifugiati in altri paesi.

Al momento, gli operatori umanitari sono impegnati in 33 campi profughi presenti nelle città di Ar-Raqqa city, Al-Hasakeh city, Al Tamr. L'interruzione dell'autostrada M4 che collega Menbij, Tal Tamer and Al-Hasakeh potrebbe rendere difficoltosa la distribuzione degli aiuti.

In questo contesto la Caritas Siria presente ad Al Hasakeh, lungo una delle vie di fuga, sostiene 14 campi profughi, abitati da 500 famiglie.

Gli operatori hanno già distribuito bottiglie d'acqua e stanno raccogliendo medicine, cibo, vestiti, kit igienici, coperte e materassi, pannolini e latte per bambini, che sono la metà degli sfollati. I beni vengono acquistati da Caritas Siria nelle aree del Paese non coinvolte nel conflitto o nel vicino Iraq; i fondi raccolti dalla Caritas Ambrosiana serviranno a sostenere finanziariamente questo impegno.

PER CONTRIBUIRE ALLA RACCOLTA FONDI 'EMERGENZA SIRIA'

DONA ORA CON LA TUA CARTA DI CREDITO ON LINE

IN POSTA
C.C.P. n. 000013576228 intestato Caritas Ambrosiana Onlus - Via S. Bernardino 4 - 20122 Milano.
CON BONIFICO
C/C presso la Banca Popolare di Milano, intestato a Caritas Ambrosiana Onlus IBAN:IT82Q0503401647000000064700
C/C presso il Credito Valtellinese, intestato a Caritas Ambrosiana Onlus IBAN: IT17Y0521601631000000000578 - BIC BPCVIT2S

Per motivi di privacy le banche non ci inviano i dati di chi fa un bonifico per sostenere i nostri progetti.

Se vuoi ricevere la ricevuta fiscale o il ringraziamento per la tua donazione contatta l'Ufficio Raccolta Fondi comunicando il tuo nome, cognome, indirizzo e codice fiscale: [email protected] tel. 02 76037.324

CAUSALE OFFERTA: Emergenza Siria 2019: in fuga dalla guerra
Donazioni presso l'Ufficio Raccolta Fondi in Via S. Bernardino, 4 Milano dal lun. al gio. dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 17.30. Il venerdì dalle 9.30 alle 12.30 Con carta di credito telefonando al numero 02.76.037.324 Per qualsiasi informazione: [email protected]
Le donazioni sono detraibili/deducibili fiscalmente