Comune di Gubbio

10/12/2017 | News release | Distributed by Public on 10/12/2017 06:37

SIGLATO ACCORDO PER ASSEGNAZIONE DI UNO SPAZIO DI ATTIVITA’ E INCONTRO A ‘DIS E DINTORNI’ A VANTAGGIO DI GIOVANI CON DIFFICOLTA’ DI APPRENDIMENTO

E' stato siglato questa mattina , giovedì 12 ottobre, nella Sala Consiliare l'accordo tra il Comune di Gubbio e l'associazione 'Dis e Dintorni, per l'affidamento di uno spazio di circa 16 metri quadri al secondo piano del Complesso ex Seminario in via Cavour, per svolgere attività di incontro, formazione, solidarietà e sostegno. Sono intervenuti la vice sindaco Rita Cecchetti e l'assessore Gabriele Damiani, mentre ad apporre la firma 'tecnica' sono stati il presidente dell'associazione Marco Battellini e per l'amministrazione l'ingegnere Stefano Santini. « L'associazione 'Dis e Dintorni' è da tempo un partner importante nel settore dei servizi sociali - ha sottolineato la vice sindaco Cecchetti - per la capacità dimostrata nell'affrontare problematiche non facili e delicate. E' la prova che il disagio può essere un'opportunità e che la sofferenza può trasformarsi nella possibilità di uscire dalla solitudine, condividendo con altri le difficoltà. Ora si consolida questo rapporto già esistente di collaborazione, basato su servizi, attività e progetti a sostegno di ragazzi con disturbi specifici d'apprendimento, un'esperienza inserita in un sistema integrato di prevenzione del disagio dei minori e nel perseguimento del successo formativo, che ha già dato vita al protocollo 'Sinergie virtuose' con la Garante regionale per l'infanzia e l'adolescenza Maria Pia Serlupini». L'assessore Damiani ha espresso profonda soddisfazione per questo ulteriore risultato e sentito apprezzamento per il lavoro svolto dall'associazione: « E' un esempio ammirevole di come si possa lavorare tutti insieme nell'impegno e nella crescita - ha ribadito Damiani - avendo come obiettivo il benessere dei ragazzi. I genitori hanno affinato competenze e conoscenze nell'azione di volontariato, dimostrando una non comune capacità per superare difficoltà e talvolta anche pregiudizi ». Dal canto suo Battellini, nel ringraziare l'amministrazione per l'impegno e il sostegno, ha ricordato: « Ci siamo rimboccati le maniche e siamo consapevoli del grande lavoro svolto a fianco dei nostri ragazzi, per fare in modo che disturbi come dislessia, disgrafia, imperattività non siano penalizzanti nello sviluppo ma anzi fattori di arricchiamento. La collaborazione svolta in sinergia con Comune, ASL, scuola, associazioni sta dando frutti evidenti ». La durata della locazione è stabilita in 6 anni, con l'impegno da parte dell'associazione a versare una quota di affitto e a tenere in custodia lo spazio, facendosi carico delle spese relative a utenze telefoniche, riscaldamento, pulizia, acqua e illuminazione.